Per una Chiesa dalle genti

I partecipanti a un corso fidanzati, appartenenti a un gruppo di nuova generazione emigrata a Basilea

Il 30 novembre 2021 l’Urbaniana ospiterà una giornata formativa sulle migrazioni “tra pensiero teologico e azione pastorale”. Molti gli ospiti scalabriniani

Il 30 novembre 2021 si svolgerà a Roma, presso la Pontificia Università Urbaniana, una giornata di studio dal titolo Per una Chiesa dalle genti. Le migrazioni tra pensiero teologico e azione pastorale. A fornire l’occasione è l’inaugurazione della Licenza in Teologia pastorale e mobilità umana, offerta dall’ateneo.

Il programma dell’evento, che si terrà nell’Aula Magna Benedetto XVI dalle 8,30 e fino alle 17,00, vede una consistente partecipazione dei missionari scalabriniani a partire dal superiore generale, padre Leonir Chiarello, che insieme al cardinale Luis Antonio Tagle (prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli) e a Leonardo Sileo (rettore dell’università) saluterà i partecipanti dando il via ai lavori.

Tradizione e sfide globali

Tre le sessioni previste. Nella prima, moderata da Gioacchino Campese (scalabriniano presidente dell’Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo – ASCS) si tratterà il tema La Chiesa: una storia continua di cura accanto ai migranti, avente tra gli ospiti padre Fabio Baggio (scalabriniano e sottosegretario della Migrants & Refugees Section), padre Giovanni Terragni (responsabile dell’Archivio Generale Scalabriniano – AGS).

I partecipanti a un corso fidanzati, appartenenti a un gruppo di nuova generazione emigrata a Basilea

Dedicata alle Sfide globali e le migrazioni la seconda sessione, moderata da padre Aldo Skoda (direttore dello Scalabrini International Migration Institute – SIMI), che vedrà la partecipazione di Laura Zanfrini (docente di Sociologia delle migrazioni all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) che ha molte volte collaborato con i missionari scalabriniani per i progetti di studio sulla mobilità umana, come la Summer School del SIMI.

Il lavoro sul campo

Si svolgerà poi solo online la terza e ultima sessione, dedicata all’Azione concreta, in cui sarà data la parola ai missionari scalabriniani e ai laici sul campo. In particolare si avrà modo di ascoltare tra gli altri padre Ansensius Guntur (direttore del Centro Stella Maris di Kaohsiung, Taiwan), padre Vincenzo Ronchi (vicario presso la Resurrection Catholic Parish nella diocesi di Orlando), padre Barly Kiweme (missionario presso il Centre d’Information et d’Études sur les Migrations Internationales – CIEMI) e la dott.ssa Giulia Treves (direttore dello Scalabrini Center Cape Town – SCCT in Sudafrica), recentemente ospite di un episodio della serie SIMI Talk.

Quanti non potranno partecipare in presenza, potranno seguire l’evento tramite ZOOM (link e info nella locandina).